Cremona Solidale e Cena Sociale 2013

Nutrirsi è indispensabile per sopravvivere ed in molte parti del mondo ciò è ancora un grave problema; fortunatamente da noi molto meno e per la grande maggioranza della popolazione occidentale la tavola rappresenta un piacere ed una tentazione cui è difficile resistere.
In periodi cruciali della nostra vita quali l’infanzia e la senilità il piacere deve essere coniugato alla salute fisica e mentale.
Sono i temi di cui si è occupato il convegno “Cibo e non solo… Il gusto del mangiare, il buono del cibo, la cultura dell’alimentazione”, organizzato da Cremona Solidale Venerdì 14 giugno 2013, con particolare attenzione all’alimentazione dell’anziano ed alla sua applicazione nella RSA di Cremona.
Poiché alcuni Soci e Consiglieri hanno avuto esperienza diretta tramite propri familiari di come Cremona Solidale mette in pratica questi principi, il Consiglio degli Amici della Cucina Cremonese ha ritenuto che l’impegno ed i risultati ottenuti dalla squadra di cucina di Cremona Solidale meritino un riconoscimento pari a quello dei migliori ristoranti della nostra provincia, ovvero la nostra formella “Chi mangium nustran”.
In coda all’interessante convegno, Il Presidente Paolo Grassi, il Vicepresidente Michelangelo Gazzoni ed il consigliere Renato Allodi hanno premiato il capo cuoco Pierluigi Corbani in rappresentanza di tutti i 17 operatori della cucina.
Non si deve dimenticare che l’amministrazione mette a disposizione i mezzi economici ed organizzativi per servire circa 1000 pasti al giorno di qualità, per cui al Direttore Generale Angelo Gipponi ed al Direttore Sanitario Aldo Pani, così come a tutti i funzionari e fornitori che danno il loro contributo quotidiano, sono andati i più sinceri complimenti a nome di tutti i Soci degli Amici della Cucina Cremonese.
La manifestazione si è conclusa con la visita alle cucine recentemente costruite grazie alla generosità di Luciano Somenzi, davvero impressionanti per funzionalità e pulizia.


La sera seguente, Sabato 15 Giugno, si è tenuta la tradizionale cena sull’aia al Museo Cambonino, sede del Sodalizio; gustando il menù di Valter Denti e la musica di Carmen è trascorsa una serata piacevole, favorita dal clima mite.
Nell’occasione il Presidente ha consegnato un’altra formella ben meritata: al Direttore di Stabilimento di Bertarini, Giuseppe Lazzari, in riconoscimento di oltre 10 anni di collaborazione nell’organizzare i “Marubini di Sant’Omobono” e nell’auspicio di riprendere quest’anno la tradizione.