Pubblicazioni

Gli Amici della Cucina Cremonese hanno promossso fin dall’inizio dell’attivita’, la pubblicazione di documenti atti a tramandare la cultura culinaria del territorio, patrimonio spesso dimenticato e fortunatamente conservato da appassionati che con grande amore ed impegno ne hanno fatto partecipi, con i loro libri, chi ancora ami la genuinita’ dei prodotti e le ricette antiche che rievocano ricordi d’infanzia forse sopiti nella memoria.

Riportiamo alcune pubblicazioni che consideriamo significative di questo impegno, anche se la loro reperibilita’ non e’ sempre facile.
 
Per ulteriori informazioni rivolgersi direttamente a
Edizioni Cremonabooks s.r.l.
Corso Garibaldi 215, 26100 Cremona, Italia
tel +39 0372 31743 Fax +39 0372 537269


Cui pée sòta ‘l tàaol

Questo volume è dedicato alle nonne che della cucina avevano fatto il loro regno e tanto avevano faticato con pazienza, con amore, senza compensi, ricevendo in cambio scarse lodi e spesso “mugugni”.
Leggi tutto...
 
Marubini
 Tra gli innumerevoli piatti delta tradizione regionale italiana i marubini sono degli illustri sconosciuti. Sono rarissime le pubblicazioni che li ricordano con le indicazioni precise delle loro caratteristiche, nella maggior pane dei casi non se ne parla affatto o se ne parla in modo improprio ed inesatto.
Leggi tutto...
 
Il Torrone di Cremona

Un curioso manoscritto del Seicento, conservato a Piacenza, contiene fra numerose ricette di dolci anche quella per fare torrone "alla cremonesa".
Leggi tutto...
 
La Mostarda di Cremona

La mostarda di Cremona con frutta candita a senape, giunta probabilmente in città con i Visconti, è già nota nell'Europa del Seicento a si serve in piccoli piatti assieme ad arrosti, pescecane bollito, tonno al burro.
Leggi tutto...
 
Una civiltà di porci

Il maiale, questo protagonista della nostra storia minore, la cui vita rappresentava il più facile e redditizio investimento del contadino, era addirittura motivo di festa quando veniva ucciso. L'unico a non divertirsi era proprio lui, ma certamente sarebbe stato soddisfatto se avesse potuto constatare con quale e quanto amore venivano trattate le sue carni per confezionare quei meravigliosi insaccati che esaltavano le sue virtù..... G. CARLO M. DURANTI
Leggi tutto...
 
«InizioPrec.123Succ.Fine»

Pagina 2 di 3